Potremmo iniziare il discorso con una frase del tipo: “ In Digital we trust“, ma forse, sarebbe troppo!

Una ricerca di Nielsen pubblicata di recente analizza -a livello globale- la fiducia dei consumatori nella pubblicità e ci dà qualche “numero” sui diversi tipi di media preferiti dai consumatori anche grazie ad una analisi comparativa della fiducia dei consumatori sull’advertising veicolato via Taditional Media, (old Media) e Media Digitali  (new media) e Le Azioni concrete svolte dal consumatore, grazie all’impulso allo stimolo dato dal diverso strumento e messaggio.

Vediamo un po si che si tratta:

Inizia con il raggiungere le persone, concludi il processo con una loro reazione

Questo è  l’incipit di questa ricerca e spiega in tre parole le fasi del coinvolgimento dell’utente nel processo di attenzione e conversione che una buona promozione o advertising deve seguire.

In breve:

  • I siti web dei brand sono al secondo posto in termini di fiducia da parte dei consumatori, dietro soltanto alle raccomandazioni di amici e parenti che ottengono il primo posto.
  • Due terzi dei consumatori si fida delle delle opinioni delle persone postate online
  • L’esponenziale crescita di nuovi “format pubblicitari” nata online non ha eroso la fiducia dei consumatori nei classici strumenti di advertising tradizionale (TV, giornali).
  • I millenials sono quelli che mostrano una maggiore fiducia nei confronti dei più svariati “modelli di advertising” da quelli tradizionali (come la promozione tv) a quelli più innovativi come le promozioni video online e sui social network
  • L’umorismo funziona più nel mercato occidentale che nel resto del mondo ed in America latina sono più apprezzate le forme di advertising legate al quotidiano, al reale, a dispetto di altre nazioni nelle quali l’umorismo gioca un ruolo più incisivo.

Ma andiamo a vedere qualche dato e alcune tabelle:

Earned e Owened media rimangono tra i media -mezzi e strumenti promozionali di advertising- di cui più si fidano i consumatori 

earned and owened media the most trusted ad formats

Questa tabella potrà essere utile a chi non ha una chiara idea della differenza tra Earned, Owened, Paid Media:

definizionie di differenti media

Dunque al primo posto troviamo

  1. Comunicazione interpersonale attraverso la rete -basata sulla fiducia- sono i due media sui quali i consumatori concentrano la loro fiducia.
  2. Siti web di Brand (Mobile, blog) e Social network, strumenti che hanno lo scopo di creare una relazione a lungo termine con i consumatori 

Questo il commento di un esperto in merito al migliore marketing mix per massimizzare il ROI

(Nota:si riferisce a Brand di grandi dimensioni, quindi per quanto sia importante conoscere il mercato, non è completamente comparabile con quello che dovrebbe essere il target di lettori di questo sito che dovrebbero essere si imprenditori proprietari di marchi ma di dimensioni leggermente inferiori)

I Brand spendono  sempre più budget nel digitale, a livello globale, e parlando di marchi di certe dimensioni.

Questo anche perché stanno diventando sempre più confident con il mezzo, la targetizzazione e l’opportunità di conoscere i risultati di una promozione quasi in tempo reale permettono di fare grandi cose a livello di advertising digitale, ma a certi livelli i Brand hanno comunque bisogno di raggiungere un pubblico (Reach) che solo gli spot tv riescono a raggiungere.

Questo è chiaramente visibile nella chart sotto

fiducia negli old e new media rimane stabile

Se c’è una differenza sostanziale è che mentre la pubblicità sugli old media tende ad essere concepita per creare desideri, l’advertising Digitale rende semplice, facile, per l’utente il compimento di azioni, immediate.

Questo ha o può avere anche dei svantaggi, quali il rischio di saturare alcuni canali che poi potrebbero perdere la fiducia del consumatore (la fiducia sulla pubblicità sui social network è calata  -solo di un modesto -2 rispetto all’anno scorso- ma chi sa che la causa non sia proprio nella saturazione degli spazi e nella ridondanza delle promozioni? Forse è anche per questo poi è arrivato l’adblock! (Ps: Ho scritto qualcosa a riguardo, c’è un paragrafo dedicato a questo, clicca se ti può interessare )

Questo è uno dei grandi vantaggi del Digitale sul Tradizionale: Vedi qualcosa online, ti piace? lo compri subito!! e gli smartphone, l’internet in mobilità, i siti web mobili,  hanno reso questo processo molto semplice.

Come si può vedere dalla chart successiva “le azioni compiute” sono spesso di più -percentualmente- rispetto alla “fiducia accordata” e/o alla raccomandazione -fatta grazie all’Advertising- su prodotti o servizi

più azioni compiute che promozione e fiducia nel marchio

In pratica il mondo con alcune differenze scontate causate dalla differente cultura è, ormai, abituato e confident con Advertising Digitale pur non disdegnando, anche se con meno fiducia rispetto al passato, l’Advertising Tradizionale.

In crescita tutti i nuovi format come i video promozionali online, le promozioni testo su instant messaging, le promozioni, video e non, sui social network, anche se si dovranno sapere mantenere la giusta proporzione tra:

  • Advertising
  • Usabilità dei device
  • Capacità della rete (intesa come banda)
  • Saturazione/pazienza degli utenti

In forte calo, non dovrebbe neanche esserci bisogno di dirlo,

  • banner
  • display aggressiva
  • Pop-up (sempre che ci sia ancora qualcuno disposto a considerarli advetising e non solo fastidio puro)

Il Digitale è maturo, la pubblicità su questo mezzo/canale è assolutamente più efficace rispetto a tutti gli altri mezzi e sopratutto a budget ridotti o quantomeno non infiniti, rende possibili alti tassi di crescita.

Questa chart riguarda la differente credibilità che i differenti media, old e new media, hanno in differenti parti del mondo.

livello di fidducia per differente paeseQuesta ultima chart può essere molto utile per decidere in fase di sviluppo strategico di un progetto di business quale è la più trusted tra le opzioni nelle differenti aree geografiche del mondo e dove allocare il budget per l’advertising nei differenti territori in base alle risposte ottenute dalla survey.

L’ultima infine riguarda l’età degli utenti e le differenze nella fiducia su diversi media in base a questo parametro. anche questa molto utile in fase strategica per partire con dei dati da inserire nelle griglie per la profilazione dei vostri utenti.

differenti target eta per differenti canali mediaBuon Business a tutti

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...