Il futuro del web ? aggregatori …

Credo che il web sia davvero arrivato ad un punto di non ritorno.per fare soldi ci fuole pasienza .. ma se si becxca l'affare giusto....

Lo scontro tra facebook e google con due concezioni apparentemente diverse (ma secondo me non così tanto) sta facendo comprendere come ormai i nostri grandi geni si sbattano per torvare delle soluzioni che -al di là delle mode- siano in grado di gestire il futuro di milioni di utenti.

Sto cercando si sviluppare un aggrgatore di contenuti che dia, a chiunque lo vuole, l’opportunità di avere informazioni dettagliate riguardo a territori, quartieri, zone e, all’interno di questi, di  negozi, bar , ecc…, tali  da rendere  tutti gli users del web (ormai è difficile contarne i numeri) sempre più informati e più facilitati nelle loro ricerche.

Credo che si possa sviluppare un progetto del genere ma, visto che lavoro per uno dei più importanti brand del lusso nel mondo non ho al momento (sono solo all’inizio della mia carriere in questa società, quindi comperenderete!) tanto tempo per lavorare al mio progetto.

Ho gia sviluppato una beta, un  piccolo esperimento geograficamente delimitato per comprendere quanto la gente fosse interessata alla ricerca di notizie che non fossero dettate dalle linee editoriali e, quindi, da interessi di parte e, credo, che il progetto possa essere definitivamente considerato un progetto riuscito (non economicamente remunerativo visti i limiti tettitoriali e il nostro disinteresse nella ricerca di partner commerciali).

Quello che intendo è che quando ogni persona che scrive sul web avrà l’opportunità di essere letta da più persone essendo inserita in un contesto territoriale specifico e, non sarà assoggettata alle logiche del potere, ci sarà un’informazione libera  e, gli stessi sponsor potrebbero trovare molto interessanti questi strumenti.

Cosa mi serve ?

un gruppo di lavoratori smart che comprendano -come ai primi  tempi di google (il paragone è azzardato ma è solo per dare un’idea)- che il guadagno momentaneo (inesistente)  potrebbe essere sostituito da una carriera che -se si riuscisse ad arrivare a una parte dei risultati che immagino- potrebbe essere di grande successo.

Aspetto commenti dai lungimiranti lettori del mio blog.

Chi ha orecchie per inetndere intenda, gli altri….. si arrangino!!!!!!

Mondo LiberoCondividi

5 thoughts on “Il futuro del web ? aggregatori …

  1. In linea generale sono d’accordo con te. Il web è oggi un grande caos di contenuti che i motori di ricerca riescono a stento a contenere e ad indicizzare. C’è bisogno di ordine, quello che originariamente i portali si erano candidati a portare; potevano riuscirci, tematizzando i contenuti, aggregando e ristabilendo una certa navigabilità, ma appena hanno visto i soldi quell’idea di ordine si è trasformata in una realtà di guadagno, e il risultato che oggi vediamo è una proliferazione di risultati duplicati e di portali e siti fotocopia. Quanto alla tua idea, non scarto mai a priori le proposte di collaborazione, quindi se ne può parlare…😉

  2. Ciao Claudio, grazie per il commmento e per l’interesse.
    c’è sempre posto per chi ha inetnzione di rischiare.
    sto organizando con un amico ingegenre specializzato on the web una piattaforma che possa essere attrarre anche per gli sponsor.
    scrivimi a salvopinella[at]gmail[dot]com
    se ti interessa il progetto ne possiamo parlare😉

  3. Ciao Salvo, ho letto per caso l’articolo sul futuro del web e volevo capire se avevi intenzione di sviluppare una piattaforma web georeferenziata attraverso l’ausilio di sistemi gis applicati al web per vetrinizzare informazioni in diversi formati e suscitare l’attenzione di un pubblico misto oppure intendi offrire ad una platea di utenti più ristretti una piattaforma che sviluppi un sistema informativo ad hoc indirizzato ad un target di utenti particolarmente interessati a tali tipologie di contenuti. Ovviamente ti starai chiedendo chi sono e di cosa mi occupo. Sono Maurizio Caruso e sto iniziando ad occuparmi di strategie di marketing e di brand management delle destinazioni turistiche. L’anno scorso sono stato vincitore di un concorso, il quale oggeto della vincita è stato la presentazione di un’idea progettuale che risultasse innovativa per lo sviluppo del territorio dalle mie parti e al seguito del quale ho partecipato anche ad una missione istituzionale a New York per promuovere l’idea ad una platea di imprenditori italo-americani con il supporto della Camera di Commercio Italiana a New York. Il progetto riguardava l’attivazione di una piattaforma che probabilmente ha molti elementi in comune con la tua idea. Vorrei capire un pò meglio di cosa parliamo, in quanto non essendo un web master tecnologicamente non sono tanto all’avanguardia.Se hai intenzione di attivare un team che possa dare degli input positivi per la realizzazione di un progetto molto ambizioso ed innovativo (se ho ben capito) potrei essere interessato a collaborare. Ovviamente devo essere informato sul tipo di attività da svolgere, location, tempi di realizzazione etc. Il mio indirizzo e-mail è: ccaruso79@yahoo.it – Attendo notizie… a presto M.C.

  4. Ho dato il via ad un movimento che si chiama movimento lavorista (vedi http://lavoristi.ning.com).

    Noi saremmo molto interessati al tuo progetto per motivi politici e sociali (e non tanto economici).

    Infatti individuiamo la sorgete di molti problemi nell’impossibilità di essere informati.

    Se ti va di discutere di eventuali collabortazioni, per favore, contattami.

    Guido

  5. Ciao Guido , grazie per l’interesse dimostrato.
    sentiamoci…. come dire… più siamo e meglio possiamo lavorare.
    Sono il presidente di un’associazione culturale che ha lo scopo di promuovere losviluppo delle Itc nell’ambito turistico ed in generale per lo sviluppo sociale dunque, siamo in perfetta sintonia.
    purtroppo mi sono spostato per lavoro dalla mia città e non credo che l’associazione riuscirà a vivere perché era necessario troppo impegno e il gruppo che la aveva formata per cause lavorative non può più essere presente, dico questo per spiegarti che sono molto sensibile all’aromento.
    Fatti sentire scrivimi alla mia mail: salvopinella[at]gmail[dot]com aspetto tuet per potere immaginare qualcosa di socialmente importane e …perché no anche economicamente sostenibile

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...