Internet piace ai consumatori lo dice la nielsen

Continua la mia raccolta di informazioni in merito all’importanza della rete come canale di contatto e vendita per le imprese e come fondamentale canale di immagine-convegno osservatorio sulla multicanalitàinformazione per gli utenti in genere, proprio come continuo a sostenere da tempo.

Oggi si parla di multicanalità nel rapporto tra imprese e consumatori:

“Crescita, questa è la parola chiave di Internet secondo l’ultima analisi dell’Osservatorio Multicanalità.

Agli Italiani il Web piace, è sempre più percepito come strumento fondamentale per informarsi.

Dati alla mano si nota come il 63% degli utenti rientra nella fascia di età compresa tra i 25 e i 54 anni, quindi Internet non è solo (come magari percepito qualche tempo fa) uno strumento per ragazzini. Si tratta di un mezzo di comunicazione valido, maturo e affidabile, e sempre più italiani adulti lo adottano.

I dati mostrano anche come il 45% degli utenti della Rete sono donne, in netta crescita rispetto ai dati del 2007.

Purtroppo ancora siamo in pochi ad utilizzare il Web come principale fonte di informazione, i numeri indicano una scialbo 21%, mentre non da poco è il numero che indica coloro che prima vedono un prodotto offline e poi lo acquistano online (si passa dal 18% dell’anno scorso al 23% del 2008), non prima, però, di aver letto informazioni su blog o forum. Quindi quest’ultimi diventano (se ci fosse ancora bisogno di confermarlo) dei veri punti cruciali per il marketing.

Facebook è il social network principe (anche qui a livello di marketing bisognerebbe rendersene conto) con il 44% di share si piazza al sesto posto tra i siti più visti, superando nettamente il primo “competitor” che è MySpace.


Per quanto riguarda i servizi, da notare sicuramente i cinque milioni di utenti attivi con un conto di banking online.

La ricerca è stata condotta, tramite il pannello Nielsen Homescan, su un campione di 7.000 persone, circa 3.000 famiglie.

Non possiamo che notare come molte delle convinzioni dei micro imprenditori sulla non opportunità di investire nell’apporoccio media crossing e nella multicanalità  risorse econmomiche ed unmane  non possono che  essere essere considerate inesatte.

Mondo LiberoCondividi

Se volete più informazioni in merito a questo argomento  potrete trovarle in questo comunicato stampa con le evidenze di ricerca per il 2008

Ho tratto spunto per questo articolo da questo su oneconomy scritto da Orazio Tassone  e da questa ricerca sulla multicanalità   persentata al convegno tenuto oggi al politecnico di Milano che potrai trovare qui

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...