Reality show a Salemi prodotto dalla bbc

Non condividendo molte delle idee di Sgarbi lo avevo difeso per la sua capacità di creare situazioni di visibilità che stavano dando a Salemi -poco nota prima del suo arrivo come sindaco- parecchia visibilità.

Lo avevo scritto [qui] a proposito delle continue critiche che aveva ricevuto da una certa sinistra con la puzza sotto il naso che però in Sicilia non riesce a fare delle proposte concrete e appetibili per gli elettori [ho votato quasi sempre a sinistra comprendete quanto mi pesino queaste accuse, ma è così]

Leggo oggi con piacere che  altro che fattoria e grande fratello è la Bbc -la tv pubblica ingleseche in merito alla proposta shock di vendere le case ad un’euro che Sgarbi aveva lanciato qualche tempo fa ci vuole appunto fare un reality

Qui alcune righe dell’articolo di Renato Franco  pubblicato  sul  corriere della sera

Spiega Sgarbi: «Verrà una troupe per conto della Bbc a seguire gli inglesi che a Salemi parteciperanno all’iniziativa di riqualifica del centro storico».

L’idea è nota: ristrutturare mille immobili, «abitazioni cadenti e ruderi sventrati dal terremoto del 1968 per un euro.

Chi compra avrà però l’obbligo di riedificare la casa rispettando il “sapore” dei luoghi».

Aggiunge: «La società di produzione è già venuta a Salemi per i sopralluoghi e le riprese inizieranno a marzo».

Qiuindi in pratica da un’idea -solo un idea-  intlligente che ha sfruttato cose che sempre sono state a disposizione di Salemi [la sua bellezza la sua storia la sua posizione geografica] la città continua ad avere visibilità e se il progetto andrà in porto questa otterrà anche benefici architettonici ed economici.

Gli inglesi [o chi per loro] che compreranno questi ruderi infatti per trasformarli in case da abitare dovranno acquistare materiali, prodotti,  pagare professionisti nel territorio e anche se dovessero passare solo qualche giorno all’anno a Salemi [essendo gente di un certo ceto agiato] porterebbero sicuramente alla  comunità soldi freschi e possibilità.

Ma andiamo avanti con un’altra parte dell intervista:

“Il modello di reality è quello di Grandi progetti, un format che segue chi decide di dedicarsi alla creazione della casa dei sogni e segue passo passo tutte le tappe del ristrutturazione di edifici cadenti: dal rifacimento del tetto alla finale scelta dei mobili. «Un’azione coordinata da me — aggiunge Sgarbi —, grazie alla quale Salemi diventa teatro di un reality».

Reality ben diverso dal genere «Isole, Talpe, Fattorie» dove il succo è la lotta tra i concorrenti a chi si fa notare di più.”

Quindi anche una pubblicità ai luoghi per la quale  molti sindaci del territorio per un decimo di visibilità dovrebbero vendersi acqua, aria e terra [tutto in pratica].

Qualche giorno fa sull’urban blog di Sciacca avevo scritto un’articolo per spingere l’amministrazione pubblica a partecipare all’evento organizzato da caterpillar  ” mi illumino di meno”  qui il sito del quale avevo parlato in questo post, forse anche per la mia professione credo che questo tipo di eventi siano molto più utili –per una visibilità di valore–  della pubblicità seppur importante -ma sempre una tantum e fuori da ogni tempismo strategic- , fatta all’aeroporto sul carnevale.

Mondo LiberoCondividi

Ho tratto spunto per questo articolo da questo del corriere della sera

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...